Etica

Delta Drone porta la massima attenzione alla responsabilità civica e ritiene quindi di primaria importanza la sicurezza delle persone e delle cose.

L’organizzazione del Gruppo, le tecnologie utilizzate ed i processi operativi rigorosamente applicati sono stati sviluppati in quest’ottica.

Filiali di supporto

L’école Française du Drone (scuola francese del drone) – EFD,

filiale al 100% di Delta Drone, opera attraverso numerosi centri di insegnamento in Francia che dispensano formazioni sia generali che specializzate per settore di attività e che mettono l’accento sul rispetto delle norme di sicurezza relative all’uso dei droni. Tutti i membri della rete Delta Drone Network sono stati formati dall’EFD ed usufruiscono di regolari aggiornamenti delle competenze.

Tecnologie imbarcate

La sicurezza delle tecnologie implementate è garantita sia dai sistemi imbarcati che dal sistema informativo associato a terra.

Tutti i droni utilizzati da Delta Drone e dai membri della rete Delta Drone Network includono elementi di sicurezza: paracaduti di emergenza in caso di guasto, ritorno alla base in caso di incidente o di uscita dalla zona di volo, registrazione di tutti i parametri di volo durante la missione, trasmissione in tempo reale alla stazione di controllo a terra dei parametri operativi critici, ecc.

Inoltre il drone Delta Y (ala fissa) dispone del sistema di atterraggio verticale « a foglia morta » unico al mondo che assicura la precisione dell’atterraggio in un raggio di massimo 5 metri, particolarmente importante in zone complesse come le miniere e le cave o anche le grandi aree agricole.

Gestione delle missioni

Tutte le missioni sono gestite dal deltadrone Cloud Information System (CIS), un sistema informativo esclusivo progettato e sviluppato da Delta Drone.

deltadrone CIS permette di seguire in tempo reale tutte le fasi di svolgimento della missione, dalla creazione del sito fino alla consegna del materiale al cliente.

Ogni cliente dispone di un accesso sicuro a deltadrone CIS tramite un’area cliente dedicata e riservata dove è possibile scaricare in qualsiasi momento il risultato (materiale contrattuale) dell’ordine emesso.

Delta Drone utilizza un protocollo che garantisce la tracciabilità delle operazioni in qualsiasi momento:

  • Il luogo in cui si svolge la futura missione è descritto dal cliente mediante le coordinate di latitudine e longitudine. Queste informazioni di localizzazione geografica vengono trasmesse a DSL che effettua la prevalidazione della missione, indicando le eventuali autorizzazioni e/o deroghe da ottenere. Questa fase avvia l’operazione di « creazione del sito » su deltadrone CIS.
  • DSL effettua le pratiche presso le amministrazioni interessate per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie. Contemporaneamente il servizio gestione di Delta Drone definisce il calendario della missione (date possibili secondo le condizioni meteorologiche, scelta del telepilota, inserimento della missione nel planning di post-trattamento, ecc.). Dopo avere ottenuto e archiviato tutti questi elementi su deltadrone CIS, il servizio gestione effettua la « creazione di missione » sul sistema.
  • Il telepilota, assistito dal servizio gestione, crea i piani di volo necessari per la missione e li deposita su deltadrone CIS
  • La validazione di tutti i prerequisiti per il corretto svolgimento della missione consente di autorizzare la missione su deltadrone CIS con il conseguente « sblocco » del drone (senza questa autorizzazione il sistema di sicurezza impedisce il decollo di qualsiasi apparecchio). Al più tardi il giorno che precede la missione DSL informa i servizi di polizia o di gendarmeria interessati a livello locale del progetto di missione. Parallelamente vengono inviati degli avvisi di missione alla Direzione Generale dell’Aviazione Civile (DGAC) e, secondo i casi, alle autorità interessate (militari, prefettura, ecc.).
  • Quando la missione è stata portata a termine il pilota trasmette via internet, con una connessione dedicata e sicura, i dati acquisiti al centro di post-trattamento situato a Toulouse. Dopo avere effettuato le operazioni di trattamento, il risultato finale (materiale contrattuale) viene postato dal servizio post-trattamento su deltadrone CIS, nell’area personale del cliente che potrà scaricarlo quando desidera.

Sicurezza delle missioni di acquisizione

Tutto il personale Delta Drone, o operante per suo conto, ha l’obbligo di indossare le attrezzature di protezione individuale (API) durante le missioni di sorvolo del drone.

Il personale deve inoltre definire un’area di sicurezza per le zone di decollo e di atterraggio e ne garantisce l’inviolabilità da parte di qualsiasi persona eventualmente presente sul sito.

Ogni missione genera un « rapporto di missione » sotto forma di modulo da compilare inviato a DSL, al servizio gestione e, secondo i casi, al responsabile di rete.

In caso di incidente significativo DSL invia alla DGAC uno specifico rapporto allegato al rapporto di missione.

Prevenzione del rischio di uso indebito

I droni civili ad uso professionale e le tecnologie ad essi associate rientrano nel campo dei beni e prodotti a doppio uso, pertanto sono soggetti ad una regolamentazione particolare in materia di esportazione, anche temporanea, prevista dal Regolamento (UE) n. 388/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 aprile 2012, recante modifica al Regolamento (CE) n. 428/2009 del Consiglio che istituisce il regime comunitario di controllo delle esportazioni, dei trasferimenti e del transito di beni a doppio uso.

La regolamentazione vigente nell’Unione Europea è il prolungamento degli accordi internazionali sorti dall’Accordo Wassenaar sul controllo dell’esportazione di armi convenzionali e di beni e tecnologie a doppio uso (12 maggio 1996) che è un’intesa multilaterale sulle esportazioni tra 41 Stati volta a coordinarne le politiche in materia di esportazione di armi convenzionali e di beni e tecnologie sensibili a doppio uso.

L’accordo prevede solo l’obbligo di notifica del trasferimento di armi. La decisione del trasferimento spetta esclusivamente al venditore.

Tra gli Stati membri ci sono l’Africa del Sud, la Francia, l’Italia, gli Stati Uniti e la Svizzera.

In considerazione del rischio sempre presente di un utilizzo dei droni per fini illeciti o terroristici, Delta Drone si impegna in modo sistematico e vigoroso nei confronti dei clienti, come illustrato nei seguenti 5 punti:

  1. Ciascun drone progettato e prodotto da Delta Drone è immatricolato singolarmente e viene sistematicamente dichiarato alle autorità francesi e a quelle di tutti i Paesi in cui Delta Drone opera (conformemente ai regolamenti locali).
  2. Durante una missione da realizzare fuori dalla Francia, l’invio di droni sul posto è preceduto dal perfezionamento di tutte le pratiche presso i servizi doganali relativamente ai beni e prodotti a doppio uso.
  3. Delta Drone dichiara che nessun drone da essa progettato e prodotto potrà essere utilizzato per fini diversi dalle missioni civili e nell’osservanza di leggi e regolamenti.
  4. L’immagine di un cliente di Delta Drone non potrà mai essere colpita dall’uso illecito di un apparecchio dello stesso tipo di quelli utilizzati per suo conto.
  5. In caso di grave incidente legato ad atti terroristici, illeciti o indebiti, Delta Drone si impegna a condurre un’intensa battaglia mediatica per difendere la sua deontologia e la buona reputazione dei suoi clienti.